Chi siamo

La Associazione di Promozione Sociale (APS) di culture iberoamericane di Firenze PUERTO LIBRE si è costituita il 17 dicembre 2018 per iniziativa di Flavio A. Fiorani (Presidente), Andrea Zurlo (Vice-Presidente) e Montague Kobbé (Consigliere) tutti residenti a Firenze.

PUERTO LIBRE è sorta per l’organizzazione e gestione di attività culturali e artistiche di particolare interesse sociale.  L’Associazione riunisce persone con esperienze professionali diverse ma unite da un comune proposito: far conoscere a un ampio pubblico le molteplici culture iberoamericane, enfatizzando la riconosciuta tradizione cosmopolita di Firenze, città storicamente aperta al mondo.

PUERTO LIBRE vuole promuovere iniziative di carattere innovativo e dinamico sia nel centro storico che nelle zone decentrate. Vuole operare nel settore culturale e dell’istruzione ai fini di utilità sociale ed essere un elemento di stimolo e di integrazione sociale capace di arricchire l’offerta culturale della nostra città. Si pone come strumento di mediazione culturale e come struttura di riferimento in grado di avvicinare le nuove generazioni alle molteplici realtà del mondo iberoamericano.

Per suscitare interesse, consapevolezza e sentimenti di empatia verso i popoli e le società dell’America di lingua spagnola, PUERTO LIBRE si propone di organizzare un grande evento a cadenza annuale: “Attraversamenti”, il primo Festival delle culture iberoamericane di Firenze, avrà luogo a ottobre del 2019 e sarà articolato in due sezioni: Migrazioni e Ritmi.

 

Flavio A. Fiorani. Professore associato di Lingua e Letterature ispanoamericane all’Università di Modena e Reggio Emilia (Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali). Ha scritto monografie e saggi su molteplici aspetti della storia, delle culture e delle letterature dell’America latina. Ha curato, con Vincenzo Arsillo, il volume dal titolo Sertão§Pampa. Topografie dell’immaginario sudamericano (Venezia 2007) e l’edizione italiana con testo a fronte della Brevissima relazione della distruzione delle Indie di Bartolomé de Las Casas (Venezia 2012). È autore del volume Patagonia. Invenzione e conquista di una terra alla fine del mondo (Roma 2009).

Andrea Zurlo. Narratrice, traduttrice e sceneggiatrice nata a Rosario (Argentina). È membro di varie associazioni internazionali di scrittori. Il suo romanzo El Sendero de Dante è stato pubblicato da Editorial Jirones de Azul (Siviglia 2007). Ha pubblicato racconti in antologie in Spagna, in America latina e in Italia e in riviste letterarie. Il suo romanzo El reposo de la tierra durante el invierno pubblicato da Trabalis Editores (Puerto Rico 2018) è stato finalista del Premio Planeta (Barcellona 2016). È autrice della sceneggiatura del film El Altillo (diretto da José Vallejos) che è stato presentato al Sitges International Film Festival 2017 e del cortometraggio Broken Dolls (2015).

Montague Kobbé. Cittadino tedesco nato a Caracas, è scrittore bilingue. Il suo primo romanzo The Night of the Rambler (New York 2013) ha ottenuto la menzione del Premio Casa de las Américas per il miglior romanzo in lingua inglese/creola, cui è seguito On the Way Back (2016) ambientato nell’isola di Anguilla (Caraibi). La sua raccolta di microstorie Tales of Bed Sheets and Departure Lounges/Historias de camas y aeropuertos (Gran Bretagna 2014) è stata adattata per il teatro al I Contemporary Latin American Writers Festival (Londra 2017). Ha curato inoltre l’antologia Crude Words: Contemporary Writing from Venezuela (Ragpicker Press 2016) e dal 2008 collabora con il quotidiano The Daily Herald di Sint Maarten.